15,5 miliardi di euro: il valore del Turismo Digitale in Italia

turismo_digitale

I dati parlano chiaro: In Italia continua a crescere il Turismo Digitale.  Secondo quanto riportato dall’Osservatorio digitale del Turismo del Politecnico di Milano, la spesa per gli acquisti legati ai viaggi e al Turismo ha raggiunto i 15,5 miliardi di euro. Stiamo parlando di una crescita del 9% come quella del 2018 che conferma l’andamento positivo del trend digitale nel settore.

Sempre più utenti si rivolgono alla rete per prenotare le loro vacanze. Il mezzo preferito rimane il computer che raccoglie il 77% delle prenotazioni totali. Per quanto concerne i pagamenti, risulta interessante il fatto che 1 transazione su 4 (23%) avvenga attraverso il cellulare.

Tuttavia rimane importante il ruolo delle Agenzie di Viaggio: il 23% della popolazione preferisce rivolgersi direttamente a loro per questioni di affidabilità ed assistenza. Tra le motivazioni più diffuse: informazioni corrette, gestione dell’intero pacchetto viaggio, assistenza in caso di problematiche, assicurazione inclusa.

Cresce il numero di Turisti grazie alla tecnologia

Anche Il Repor E-Tourism 2019 realizzato da Bem Research, ci fornisce altri dati incoraggianti: negli ultimi 8 anni il numero di turisti in Italia è aumentato di circa 18 milioni. Ciò si deve anche ad un maggiore impiego della tecnologia digitale, all’ottimizzazione e alla creazione di siti multilingua.

Il Digital Marketing Turistico

In tutto ciò, il Digital Marketing riveste un ruolo cruciale. È comune condurre una ricerca online per documentarsi su un luogo da visitare prima di partire. Ebbene, l’analisi di questi movimenti online ci dona informazioni preziose sul nostro target. Sappiamo ad esempio, che gli Under 30 sono meno suscettibili alle vacanze stagionali: non hanno un periodo fisso per viaggiare e sono invece maggiormente influenzati dagli stimoli online. Che sia Il banner, l’influencer o l’amico che condivide un post sui social, ciò ha un effetto sui comportamenti degli utenti, sul loro percorso online e sulla scelta della destinazione. Controllare questi flussi, significa attrarre a sé clienti.

Verso una maggiore personalizzazione

Come si possono controllare questi flussi? Ovviamente ricorrendo alla tecnologia a disposizione: big data, intelligenza artificiale e tutto ciò che in sostanza consenta di profilare il proprio pubblico. Un target specifico, significa contenuti mirati che a loro volta significano maggiori conversioni.

Il servizio di costumer care diventa cruciale, nulla è lasciato al caso, personalizzazione diventa la parola chiave. Chat bot, assistenti virtuali, e altri sistemi digitali, offrono soluzioni create su misura per l’utente.

Il Settore Turistico come possibilità di lavoro digitale

Il Settore Turistico cresce e continua a farlo nel digitale, ciò si traduce nella necessità di nuove figure dotate di competenze specifiche. Possedere competenze digitali apre infatti a possibilità importanti in quello che risulta essere un mercato in forte espansione. Dalla creazione all’aggiornamento di siti, all’assistenza e gestione delle prenotazioni online, alla creazione di strategie di marketing mirate al coinvolgimento di nuovi utenti o della propria community; le possibilità sono ampie. Una base di digital marketing diventa imprescindibile sia che si voglia lavorare da libero professionista (free lance) gestendo clienti per proprio conto, sia che si lavori alle dipendenze di qualcuno. Qui puoi visionare il nostro corso in Digital Marketing Turistico, pensato proprio per fornire gli strumenti digitali fondamentali per gestire la comunicazione e le strategie digitali del Settore Turistico.